Scopri come salvare la casa all’asta con la legge

Ti sto per presentare l’unico metodo legale per salvare la tua casa dall’asta immobiliare?

Devi sapere che esiste una legge, che pochi conoscono, in grado di bloccare la procedura esecutiva e restituire la casa al debitore.

 

“Ma è veramente possibile salvare la prima casa dal pignoramento e dall’asta?”

Questa è la domanda da un milione di euro che le persone indebitate si chiedono durante le notti, quando i pensieri e le preoccupazioni non fanno chiudere occhio.

La preoccupazione di perdere la casa all’asta è un sentimento in forte crescita in Italia, dopo che:

  • la crisi,
  • la perdita del lavoro,
  • le tasse,
  • le porcate delle banche,

hanno letteralmente messo i lavoratori in ginocchio.

Una marea di famiglie sta davvero rischiando di perdere la propria casa per una manciata di euro, e io questo non lo posso sopportare.

Perdere la casa all’asta non è la fine, ma l’inizio

Quando la casa è svenduta all’asta, purtroppo non è mai la fine, ma l’inizio di un problema ancora più grosso di cui, forse, nessuno ce ne aveva mai parlato prima.

Passami la metafora:

“pensare di essere alla frutta è un errore, perché di fatto sei solo all’antipasto”

 

Il pignoramento della prima casa è il sorgere di uno scomodo grattacapo di cui prima non se ne conosceva l’esistenza.

Perché una volta che si è svolta la vendita in asta, succede che la vita economica termina con essa.

In gergo si chiama “Morte Finanziaria”, ovvero, per il sistema del credito è come se fossi morto. Forse lo avrai già sentito in giro.

Ed è questo il problema più serio con il quale bisogna prepararsi a convivere.

Preparati allo sfratto del tribunale…

Lo sfratto esecutivo, con l’intervento dell’ufficiale giudiziario, a volte con l’intervento di polizia e carabinieri, è cosa succede nel momento ti metti di traverso e non vuoi lasciare l’abitazione volontario. L’accesso forzato viene comandato dal tribunale ed è legale, anche in presenza di minorenni o invalidi in casa.

Le case vengono liberate anche in presenza di bambini piccoli, invalid, anziani e animali. Ma ne parliamo dopo.

Io ho partecipato alla modifica dell’articolo 560 che permetteva ai creditori di mettere in strada le famiglie ancor prima che la loro casa venisse venduta all’asta. Avendo analizzato l’articolo, studiato, proposto e infine vendendolo approvato, oltre ad un orgoglio personale, rimango sulla professionalità dicendoti che “so come funzionano le cose”.

Io so come evitarti lo sfratto applicando la legge, perché sono stata io a scriverla. Quindi attenzione perché affidarsi ad un avvocato inesperto di questo settore, significa perdere soldi e perdere l’unica possibilità che potrebbe salvarti davvero.

E il mio lavoro viene garantito al 100%, te lo spiego nell’articolo.

Rimanere pieno di debiti mette fine a tutte le speranze di un futuro…

Troppe rate da pagare, le spese quotidiane, fanno venire voglia di scappare all’estero, come in molti fanno. La voglia di liberarsi dai debiti è così forte che a volte si va oltre la razionalità, commettendo gesti di disperazione in cerca di aiuto.

A meno che tu non voglia attivare immediatamente l’unica soluzione che ti permette di sanare i debiti e  salvare la casa dall’asta, ed evitare una vita:

  • senza poter più accedere al credito;
  • senza più poter permettersi uno svago, un viaggio, un capriccio meritato;
  • senza poter dare una mano ai figli un domani, quando vorranno studiare, mettere su famiglia, comprarsi una casa.

Immagina la tua vita così:

  • non hai più debiti con nessuno;
  • non squilla più il telefono con qualcuno che ti urla addosso trattandoti peggio di una criminale;
  • non devi più dire di “no” ai tuoi figli quando ti chiedono un gioco, un regalo di compleanno;
  • non devi più rinunciare a te come persona. La tua vita vale e ti meriti – finalmente – di viverla dopo tutto quello che hai passato.
  • Puoi ritornare ad accedere al credito un domani e magari, ricomprarti una casa migliore di quella che hai oggi…

Come ti sentiresti?

“Magari!”

Credi che ti sto raccontando fandonie?

Eppure le persone che si sono rivolte a me con la casa all’asta, oggi vivono ancora in casa loro.

La cosa brutta invece è che a rimanere fermi non si risolvono le cose.

Io so che non è colpa tua se la situazione è finita drasticamente in questo modo.

Però il modo di risolvere esiste e lo devi abbracciare, per te e per le persone che ami e che credono in te. Perché se non fai nulla, rimanere con i debiti ti infila dentro un tunnel dal quale viene difficile uscirne. Non voglio metterti paura, ma lo sento dalla bocca dei miei clienti tutti i giorni.

Persone che credevano di poter risolvere grazie all’aiuto di un amico, di un’associazione a basso costo, di pseudo professionisti dal passato sospetto, che alla fine li hanno messi in una difficoltà ancor peggiore rispetto a quando li hanno incontrati.

Tornano da me con la voce rotta mi dicono:

“Avvocato, se le avessi dato retta prima, adesso non sarei in mezzo ad una strada!”

E io cosa posso fare adesso?

Davvero vorrei aiutarli ma di fatto non è più possibile.

Una volta che la frittata è stata fatta, non è più possibile tornare indietro.

Per cui, l’unica cosa che mi rimane da fare per sentirmi in pace con me stessa è diffondere la cosa a più persone possibile in modo che sappiano cosa c’è la fuori.

Io ti ho dimostrato che la soluzione per salvare la casa dall’asta esiste, ora sta a te coglierla… chiama subito il mio ufficio al numero verde 800 661 541 e lascia un messaggio in segreteria. Ti richiamiamo noi gratuitamente per capire se ci sono i presupposti per aiutarti, non preoccuparti.

 

Voglio rispondere ad un’altra domanda che mi pongono spesso:

“Avvocato, ho la casa all’asta, cosa posso fare?”

Quando si cade vittima del pignoramento della prima casa c’è poco che si può fare.

In molti compiono questi 3 errori che oltre a fare un buco nell’acqua fanno spendere soldi inutilmente. Te lo dico da avvocato e contro tutti i miei interessi.

  • Potrei stare qui a venderti un’opposizione al pignoramento, ma so che ti farei sprecare soldi in una casa già persa in partenza perché di fonte ad un debito certo, il giudice ti da sempre torto… fatto salvo in rare eccezioni.
  • Potrei venderti la speranza che nessuno può mandare via di casa una famiglia che la occupa con bambini piccoli o invalidi. Una bella lettera alla banca e 200 euro messi in tasca facilmente. Negli ultimi 3 anni, quasi 750 mila case sono andate in asta, credi che nessuna di queste famiglie avesse bambini piccoli o invalidi? O peggio, qualche avvocato inesperto che ha consigliato male loro?
  • Potrei dirti che possiamo fare causa alla banca per usura, fattibile solamente in certi contesti di conto corrente aziendale ma totalmente inutile quando c’è di mezzo un mutuo non pagato. Purtroppo la legislatura è molto a favore della banca visto che in passato si è abusato troppo di cause per tassi usurari e anatocismo, anche quando non era il caso. E ora ne pagano le conseguenze le persone oneste che ne avrebbero davvero necessità. Ne ho fatte tante e vinte tante in passato, ma quando ho capito come stava girando l’aria, ho deciso di smettere.

Purtroppo un avvocato NON esperto in materia può solo consigliarti quello che conosce senza sapere che esiste uno strumento molto più potente, legale e che ha già aiutato decine di migliaia di famiglie in Italia.

Io fossi in te ne approfitterei adesso prima che qualcuno in alto faccia cambiare la legge a favore dei creditori.

La risposta a questa domanda è solo una: o hai i soldi per pagare i debiti oppure la casa la perdi, con tutte le conseguenze che ti ho descritto sopra… oppure, se ti affidi alla legge 3 sul sovraindebitamento come hanno fatto decine di famiglie con gli stessi tuoi problemi, puoi risolvere questo tuo momento di difficoltà e ritornare a vivere la vita che desideri davvero.

Una vita fatta di persone che ami, di momenti preziosi, di amici, di grigliate all’aperto la domenica, di viaggi, e perché no, di una casa nuova un domani quando avremo risolto tutto… insieme.

Io ti prometto di aiutarti in tutto e per tutto ma non posso obbligarti a contattarmi. Quella è una decisione che sta a te. Prenditi la responsabilità di raddrizzare le cose e a tutto il resto ci pensiamo noi.

Iniziamo insieme questo percorso di risoluzione del debito e magari, come è successo ad alcuni dei nostri clienti, mentre avevano la procedura aperta, hanno trovato dei soldi da amici e dai figli stessi e se la sono ricomprata. Sono riusciti a riaverla dopo che la casa è stata tolta dall’asta.

Non aspettare più.

Decidi di chiudere questa vita e di riaprirne una nuova, senza più stress né preoccupazioni.

Compila il form con i tuoi dati e vieni richiamato entro breve!

Contattaci compilando il modulo

Voglio essere ricontattato

Chiama il numero verde 800 661 541.

Ti risponderà una segreteria dove devi lasciare i tuoi dati e ti richiamiamo noi.
Avv. Monica Pagano

Hai la casa all’asta? Puoi bloccare la procedura con la Legge 3

In questi 3 Video, ti spiego

  1. Cos’è la Legge
  2. Come funziona
  3. Testimonianze di successo
  4. Garanzia del 100% sul Servizio